Categorie
Mondo Promo

Vendetta: al matrimonio proietta il tradimento della sua sposa

È accaduto nella provincia di Fujian nella Cina sud-orientale lo scorso giovedì. È iniziato tutto con un filmato proiettato da uno sposo durante il matrimonio, diventato poi estremamente virale in tutta la Cina, perché le immagini sono decisamente esplicite. Il video mostra un lungo momento di sesso tra la sposa (la traditrice) e il cognato. Il ”sex tape” della durata di oltre cinque minuti è stato proiettato su un maxi schermo davanti a familiari e amici sorpresi proprio durante il banchetto di nozze, con il solo scopo si umiliare e punire la sposa infedele, dopo averne scoperto casualmente la relazione con il marito della sorella incinta. Sospetti e proteste da parte degli utenti del web per la tresca resa di dominio pubblico: alcuni ritengono infatti che l’incidente sia reale, mentre altri sostengono che le clip siano state utilizzate a scopo promozionale per marketing. I filmati sono stati ampiamente divulgati dai principali media in lingua cinese, tra cui Sina dalla Cina continentale, Apple Daily da Hong Kong e Ettoday da Taiwan, rendendo l’intera vicenda (e la protagonista) clamorosamente famosa.
Una delle clip è la fedele testimonianza di come si sono svolti i fatti. Alla cerimonia si sente un appello che attira l’attenzione di tutti gli invitati: «ora mostreremo i video di come sono cresciuti insieme gli sposi». Pochi secondi dopo, la sorpresa e lo sposo che accusa la sposa sul palco «pensavi che non lo sapessi?». E lei che lancia il suo bouquet al suo partner. Alla fine i due hanno costretto familiari ed amici a separarli. Gli altri video sono film espliciti sulle performance sessuali dei due protagonisti: la sposa e suo cognato.
Pare che il tradimento sia stato scoperto dallo sposo in maniera casuale, dopo aver installato una telecamera di sicurezza nella futura casa durante la ristrutturazione. Dopo il clamore suscitato dalla divulgazione, i filmati dell’incidente sono stati rimossi dalla frequentatissima piattaforma social media cinese Weibo, ma continuano a circolare su Twitter e sull’app di messaggistica WeChat. Un matrimonio finito prima ancora di cominciare, pare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *